Clima: sciopero in tutto il mondo con Greta Thunberg

ambiente clima sciopero

Ieri, 27 Settembre 2019 si è tenuto lo sciopero per il clima, il terzo mondiale dopo quelli del 15 marzo e del 24 maggio.

I partecipanti ai cortei di Fridays For Future secondo le stime sono stati oltre un milione, perché in molti hanno deciso di dare voce a questa protesta.

In alcune città sono avvenuti scontri durante i cortei.

In alcuni stati come negli Stati Uniti, in Germania e in Australia la manifestazione è avvenuta il 20 Settembre.

In Italia, si è deciso per lo sciopero il 27 Settembre, insieme a Nuova Zelanda, Thailandia, Myanmar, Mali, Eswatini, Gambia, Sudan, Arabia Saudita, Yemen, Ungheria, Slovenia, Grecia, Olanda, Belgio, Svizzera, Svezia, Spagna, Portogallo, Canada, Isole Vergini (Usa), Argentina, Venezuela, Aruba, Ecuador, Guam, Honduras.

UN MONDO PIU CIVILE: Per questo motivo gli attivisti per l’ambiente desiderano con Greta Thunberg un mondo più vivibile per fermare l’inquinamento degli ultimi anni.

Molte polemiche sono nate a causa di questo sciopero per il clima. In particolar modo, per la circolare del ministro dell’Istruzione inviata agli istituti, che permetteva di giustificare l’assenza da scuola degli alunni presenti ai cortei.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
https://www.infoambiente.net/clima-sciopero-in-tutto-il-mondo-con-greta-thunberg">
YouTube
LinkedIn